Come curare la carie fai da te

Le carie ed i piccoli fori nei denti si formano come risultato dell’accumulo della placca e dei batteri sulla superficie dei denti, della scarsa igiene dentale, e di una mancanza di minerali essenziali nella dieta.

Nella maggior parte dei casi, le carie sono irreversibili e dovranno essere trattate da un dentista utilizzando trattamenti al fluoro, otturazioni, devitalizzazioni o estrazioni. Tuttavia, vi sono nuovi elementi di prova che suggeriscono  la possibilità di affrontare e prevenire tale problema con un approccio fai-da-te, usando una combinazione di dieta e di remineralizzazione dei denti.

I trattamenti al fluoro sono utili nelle prime fasi di una carie, dato che il fluoro può aiutare a ripristinare i denti stessi grazie alla remineralizzazione della superficie del dente. Il trattamento consiste di un gel, una soluzione liquida o una schiuma usata per rivestire i denti e rafforzare lo smalto del dente. Occorre fare attenzione a non ingerire il fluoro durante il trattamento.

La carie dentaria è un messaggio del nostro corpo che qualcosa è fuori equilibrio. La salute dei denti è tenuta però sotto controllo con una corretta alimentazione, non con l’odontoiatria o con il fluoro. In realtà, il fluoro non rende i denti più forti e mette la nostra salute a rischio, trattandosi di una sostanza con potenziali effetti tossici che non va assolutamente ingerita.

La carie accade per una moltitudine di motivi, tra cui: la mancanza di vitamine liposolubili (soprattutto A e D); una dieta ricca di alimenti trasformati; squilibri ormonali; mancanza di minerali nella dieta; una dieta ricca di acido fitico (presente sulla maggior parte dei cereali, noci e legumi). L’acido fitico può essere facilmente rimosso immergendo cereali, noci e legumi di notte in acqua e aggiungendo un cucchiaio di aceto o succo di limone prima di consumarli.

Oltre all’uso dello spazzolino e del filo interdentale tutti i giorni, ci sono diversi modi con cui si può invertire in modo naturale lo sviluppo di carie e massimizzare la vostra salute orale senza ricorrere al fluoro. La prima cosa da fare è evitare lo zucchero come la peste.

Non solo lo zucchero alimenta i batteri orali che impediscono un flusso sano di fluidi dentali, ma è altamente acido e può letteralmente togliere il calcare o demineralizzare i denti dando origine alla carie. Questo significa stare lontano da caramelle e prodotti da forno con lo zucchero. Usate invece il miele e sciroppo di acero grezzo, e bevete succhi di frutta con parsimonia, e fate attenzione di dolcificanti artificiali a causa dei loro rischi per la salute (preferite la stevia).

Inoltre, eliminate l’acido fitico, che è un inibitore dei minerali. Esso si trova in cereali, noci, semi e fagioli, che possono causare gravi problemi di salute nelle nostre diete. L’acido fitico è diventato un problema, oggi, perché abbiamo abbandonato le antiche tecniche di preparazione degli alimenti, che uccidevano l’acido fitico. Inoltre, queste molecole si legano ai minerali necessari per la salute orale, come calcio, magnesio, ferro e zinco, rendendoli indisponibili.

Dato che l’acido fitico è molto più alto negli alimenti coltivati ​​con fertilizzanti ad alto contenuto di fosfati rispetto a quelli cresciuti in compost naturale, cercate di mangiare solo cibi biologici e privi di OGM. Se puntate a migliorare la vostra salute e ad invertire la tendenza alla carie, evitate i cibi ad alto contenuto di acido fitico come cereali, fagioli, noci e soia.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *