Come organizzare un trasloco fai da te

Se non siete fra le persone che hanno il lusso di stare nello stesso posto per sempre, prima o poi ci si trova circondati da scatole di cartone e nastro di imballaggio per un nuovo trasloco. Se amate i traslochi fai-da-te, potete noleggiare un camion ed imballare le vostre cose da soli con relativa facilità.

Naturalmente, vi è più di un modo di traslocare. A seconda delle dimensioni della vostra casa, della distanza dello spostamento, del budget, e della quantità di tempo che avete, si potrebbe scegliere di affittare un camion e fare il trasloco da soli, anziché rivolgersi a una società di traslochi. Basta essere consapevoli dei costi nascosti, come ad es. l’assicurazione per il noleggio del camion.

Se siete a vostro agio alla guida di un camion sulle autostrade trafficate e sulle strade strette, e non vivete in una casa abbastanza piccola e avete molti amici che è possibile reclutare per aiutarvi, il trasloco fai-da-te potrebbe essere una buona opzione, e comunque economica, dal momento che non state pagando una società terza, ed avete anche il massimo controllo.

Ci si può aspettare di spendere circa 250 euro o più solo di imballaggi se è necessario spostare gli effetti personali di una coppia o di una piccola famiglia tramite una compagnia di trasporti. Mentre, con il fai-da-te, procurandosi per tempo delle scatole avanzate ai supermercati (che ve le danno gratis), non spenderete un centesimo. Meglio procurarsene molte, e non riducetevi all’ultimo minuto per procuravele, per non aggiungere stress al vostro trasloco.

Assicuratevi di avere una varietà di formati di scatole per soddisfare le diverse esigenze. Come regola generale, si dovrebbe contare di utilizzare almeno 100 scatole per una casa scarsamente arredata con tre camere da letto. Dovreste usare dei buoni contenitori. Se avete scatole usate che sono in forma decente (non piegate, strappate, o umide), usatele pure. Infatti, le scatole nuove in robusto cartone ondulato costano da 1 a 5 euro ciascuna, a seconda delle dimensioni.

Per i piatti e altri oggetti fragili o pesanti, utilizzate dei “barili per piatti”, che costano tra 5 e 7 euro e sono fatti di cartone a doppia parete. Le scatole armadio, con una barra di metallo per i vestiti appesi, semplificano notevolmente l’imballaggio e il disimballaggio. Alcuni camion possono essere forniti con scatole guardaroba gratuiti per il trasloco. Aspettatevi di pagarle da 7 a 15 euro ciascuna, a seconda delle dimensioni, se decidete di comprarle e le trovate.

La scatole lunghe a telaio tipo TV sono ideali per la protezione delle grandi opere d’arte e degli specchi. Anche queste possono essere fornite da chi noleggia il camion. Per chiudere le scatole, usate sempre il nastro di imballaggio marrone, che è l’ideale perché aderisce bene al cartone. La carta di imballaggio, invece, è l’arma segreta di un traslocatore professionista. Carta da giornale non stampata, è il materiale più economico e versatile per la protezione di quasi tutto.

Usate la carta da imballaggio per avvolgere oggetti fragili, e accartocciarla su se stessa per creare imbottitura. In questo modo si crea la protezione necessaria. Molte aziende operanti nei trasporti di generi alimentari vendono accessori di imballaggio come piccoli sacchetti di schiuma e cartone in cellule per proteggere vetro e altri oggetti fragili, ma quasi tutto può essere imballato con della semplice carta da imballaggio, senza ricorrere a materiali speciali o costosi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *