Come applicare la carta da parati fai da te

Mettere un parato è un ottimo modo per dare rapidamente alla vostra casa un nuovo look. La cosa più importante è essere creativi. La carta da parati è disponibile in molti colori e modelli differenti.

Otterrete i migliori risultati applicando la carta da parati su una superficie liscia, piana, in modo che la pasta della carta da parati possa legarsi fortemente. Se la parete è appena stata costruita e intonacata, lasciatela asciugare bene e poi trattatela con un primer. Ciò consentirà di evitare che l’acqua della pasta sia assorbita dal gesso. Riparate eventuali crepe o danni con lo stucco.

Stimate il numero necessario di rotoli di carta da parati. Per esempio: ogni rotolo è in media di 10 metri di lunghezza e 53 cm di larghezza. Se la vostra camera non è superiore a 3 metri, sarete in grado di ricavare 3 strisce verticali da un rotolo. Misurate le larghezze di tutte le pareti e aggiungete queste al totale. Se si dispone di finestre alte e porte, sottraete la loro larghezza.

La larghezza di un rotolo è di 53 cm, per cui occorre dividere la larghezza totale per 53 per ottenere il numero di strisce verticali. Poi occorre dividere il risultato per 3, perché si ottengono 3 strisce da un rotolo. Ad esempio, se la larghezza totale delle pareti è di 2400 cm con un’altezza di 265 cm, saranno necessari 16 rotoli. Infatti, 2400: 53: 3 = 15,1, che può essere arrotondato a 16.

Occorre poi scegliere il giusto tipo di pasta. Sono disponibili infatti diversi tipi di pasta per carta da parati, a seconda dello spessore e del materiale della carta. Il tipo più comunemente usato di pasta è quello universale in polvere per carta da parati. Mescolate bene per assicurarvi che la pasta sia liscia, senza grumi. Lasciate riposare la pasta per 10 minuti prima dell’uso.

Per la carta in vinile, tessile o in fibra di vetro è necessario utilizzare una pasta speciale già miscelata con una spatola adesiva. È inoltre possibile usare una pasta per carta da parati preconfezionata, oppure della carta da parati con il retro adesivo, che quindi basta bagnare con l’aiuto di un vassoio d’acqua e si può applicare direttamente alla parete dopo pochi minuti.

Quando si sta tagliando la carta da parati in lunghezza, considerate un margine extra di 5 cm in alto e in basso. Posizionate la carta da parati su un tavolo con il lato stampato rivolto verso il basso. Applicate la pasta con il pennello. Lasciate un po’ che la pasta si leghi con la carta, e mentre siete in attesa è possibile posizionare la successiva striscia di carta da parati sul tavolo.

Lisciate la carta da parati con attenzione contro il muro con un pennello pulito per carta da parati. Premete il parato in posizione, procedendo verso l’esterno dal centro verso i bordi. Utilizzate il bordo posteriore della lama di un paio di forbici per premere la carta nella linea tra parete e soffitto, creando una piega nella carta. Considerate una sovrapposizione di 5 cm al soffitto.

Per tagliare la carta da parati in eccesso, estraete con cautela la parte superiore della carta da parati dalla parete e tagliate l’eccesso lungo la linea di piegatura con le forbici. In alternativa è possibile inserire una striscia di legno in un angolo e tagliare la carta da parati con un tagliabalsa. Naturalmente, è più facile fare questo se si lascia che la pasta si sia seccata per un po’.

Quando incontrate prese a muro e interruttori, prima togliete l’elettricità e poi rimuovete la piastra di copertura della presa o interruttore. È quindi possibile appendere la carta da parati dritta sopra la parte superiore della presa o interruttore. Dopodiché, utilizzate le forbici per tagliare l’apertura desiderata, procedendo dal centro verso gli angoli. Tagliate via il lembo in linea retta per scoprire la presa. Infine, montate la piastra di copertura di nuovo al suo posto.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *