Come costruire una bici elettrica fai da te

Oggi è possibile costruire una bici elettrica con un costo minimo e senza un particolare know-how elettrico che sia potente e affidabile allo stesso tempo, partendo da una normale bicicletta, grazie ai numerosi kit in commercio che permettono il fai-da-te.

Allo scopo occorrono i seguenti componenti: una ruota con il motore elettrico sul mozzo, una batteria, una serie di connettori, un caricabatteria intelligente, un fusibile, un interruttore a chiave. Il primo elemento che si dovrebbe scegliere è il motore elettrico. Tradizionalmente il motore sul mozzo della ruota posteriore è stata la scelta più popolare per le bici elettriche, ma oggi si usano anche motori “mid-drive”, collegati alla grande ruota della catena per sfruttare meglio le marce della bici.

La bellezza di molti kit elettrici è che è possibile installarli su quasi qualsiasi bicicletta esistente. Se scegliete una ruota con motore sul mozzo, basta smontare la ruota posteriore e sostituirla con quella dotata di motore. Se scegliete un motore mid-drive, basta rimuovere il movimento centrale che regge la catena e installare il motore: un esperto può farlo in 5 minuti, per cui anche se lo fate montare da un negozio di riparazione di biciclette non vi possono chiedere molto.

Una volta installato il motore, il resto è abbastanza facile. È sufficiente passare i cavi in ​​uscita dal motore nei luoghi posti sulla bicicletta indicati nelle istruzioni di montaggio che vi verranno fornite con il kit. Poi dovete dedicarvi alla batteria, che di solito viene installata sul portapacchi posteriore. Quindi basta semplicemente installare un portapacchi posteriore e montarci sopra il contenitore della batteria. A volte, però, è più stabile una base ad hoc realizzata con il fai-da-te.

La batteria può essere poi fissata con alcune cinghie al suo contenitore o alla sua base, in modo che non si sposti. È possibile acquistare pacchi batteria cinesi che offrono elevata potenza e capacità. Potete trovare informazioni a riguardo sui forum degli appassionati di bici. Il problema tipico delle batterie attuali è che non sono leggere. Se lasciate la bicicletta in vista, è opportuno staccare e portare con voi la batteria, dato che altrimenti potreste non trovarla più.

Ogni volta che si carica una batteria al litio è necessario un “sistema di gestione della batteria”, che fornisce protezione da sovraccarico, protezione da scarica, controllo surriscaldamento, protezione da corto circuito, funzioni di bilanciamento, etc. Utilizzando un caricabatterie intelligente, però, potete fare a meno del sistema di gestione della batteria. Il caricabatterie intelligente riduce automaticamente la potenza quando le batterie sono cariche, evitando problemi di sovraccarico.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *