Come creare gioielli fai da te

C’è una grande soddisfazione nel creare dei bei gioielli con il fai-da-te. Da ciondoli con gioiello e orecchini a cerchio a una collana di perline fatta a mano fino a un bracciale tessuto a maglia, c’è qualcosa per tutti. Sul web si trovano degli splendidi tutorial che insegnano passo-passo l’arte di fare i propri accessori da indossare, vendere o regalare. Ecco alcuni spunti utili per iniziare.

Imparare come aprire e chiudere un anello è una delle competenze fondamentali nella creazione di gioielli. Alcune delle cose che sfruttano questo tipo di abilità includono: l’aggiunta di ganci alle catenine alla fine di un filo; l’aggiunta di ciondoli a orecchini e collane; l’aggiungere fascino ai bracciali; il collegamento delle perline per rendere le catenine della giusta lunghezza, e così via.

In pratica, prendete un anello. Se non è già aperto in un punto, praticatevi un’apertura. Poi afferrate un lato dell’anello con una pinzetta a punte appuntite e l’altra estremità con una pinzetta a punta piatta. Tirate la pinza piatta in avanti in modo da aprire l’anello. Una volta fatto passare l’anello dove è necessario che passi, usate di nuovo la pinza a testa piatta per chiuderlo.

Uno dei gioielli fai-da-te più semplici di quanto si pensi da realizzare sono gli orecchini. Ci riferiamo, in particolare, a quelli realizzati con del semplice filo metallico da 1 mm di diametro, con il quale – usando una pinza a testa appuntita e una a testa piatta – si possono fare, oltre a vari tipi di anelli, un’ampia varietà di forme, che vanno dalle forme geometriche ad animali e cuori romantici.

Altri gioielli fai-da-te semplici da realizzare sono i pendenti con pietre preziose o con forme create da voi, da attaccare all’estremità di una catenina. Esistono infatti vari tipi di materiali che possono essere messi in appositi stampi per creare tutti i tipi di forme fantastiche e particolari. Dopodiché, è facile tingerli con dei colori alimentari acquistabili presso un supermercato.

Un’alternativa interessante è quella di realizzare i ciondoli fai-da-te con plastica termoretraibile, che può essere acquistata sotto forma di film. Questa plastica, sottoposta a una fonte di calore, si ritira fino al 50% delle sue dimensioni iniziali. Possiamo quindi disegnare un modello su carta, tagliarne tutto il contorno e usarlo come uno stencil per ritagliare la forma sul foglio di plastica.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *