Come diventare bionda fai da te

Se non avete mai tinto i capelli e avete deciso di diventare bionde avrete bisogno di alcune informazioni utili e trucchi prima di cominciare, nel caso in cui anche voi vogliate provare a casa con il fai-da-te.

La prima cosa da sapere è che, anche se non si dispone già di uno qualsiasi dei prodotti di cui si ha bisogno, la tintura a casa non è necessariamente più costosa del farsi tingere i capelli da un professionista. Ciò significa che si potrebbe desiderare di fare rapidamente due conti per capire quanto l’auto-tintura vi costerà rispetto all’andare dal parrucchiere, per vedere se – e fino a che punto – il gioco vale la candela.

Inoltre, scegliete una tonalità di biondo adatta per la vostra pelle. Se si desidera che i capelli vengano al meglio, potreste chiedere aiuto a un amico/a per raggiungere tutti i punti più difficili. Inoltre, è fondamentale una corretta ventilazione, altrimenti l’ambiente diventa veramente puzzolente se si applica la tintura in bagno con il solo ventilatore acceso e la porta aperta.

Passare dal marrone scuro al biondo richiede un’applicazione di un opportuno sbiancante. Se decolorate i capelli da asciutti, rischiate di danneggiarli. Per preparare i vostri capelli per lo sbiancamento, quindi, semplicemente lavateli con uno shampoo privo di sostanze chimiche ogni tre giorni o giù di lì. Inoltre, non usate asciugacapelli, arricciacapelli, o altre fonti di calore nei mesi precedenti la tintura: infatti, l’applicazione di calore diretto sui capelli li rende secchi e fragili.

Dopodiché acquistate i materiali necessari presso un negozio di prodotti di bellezza. Per tingere i capelli biondo scuro, avrete bisogno di prodotti per lo sbiancamento e per la tintura nella tonalità biondo dorato o giallastro. Lo sbiancante in polvere è disponibile in pacchetti o vaschette, consigliate se si prevede di sbiancare i capelli più di una volta, dato che contengono più polvere.

Avete poi bisogno dello sviluppatore, una crema che viene miscelata con la polvere sbiancante per creare una pasta da applicare sui capelli per candeggina. Disponibile in cosiddetti “volumi” che vanno da 20 a 40, il volume più alto è più forte e più efficace per i capelli scuri, per cui in questo caso scegliete 30 o 40. Non andate mai oltre 40 o rischiate di danneggiare i vostri capelli.

Avrete inoltre bisogno di un correttore rosso oro da aggiungere allo sbiancante per aumentarne l’efficacia. Esso impedisce di dover sbiancare i capelli più di una volta. Infine, procuratevi la tintura bionda, dei guanti di plastica, una spazzola, un pennello e una ciotola di plastica. I guanti proteggono le mani da sbiancante e tintura, mentre il pennello e la ciotola servono per mescolare e applicare la miscela sbiancante.

A questo punto vi basta preparare la miscela sbiancante versando la polvere sbiancante nella ciotola e poi mescolarla bene con lo sviluppatore e il correttore rosso oro. Dopodiché, applicatela sui capelli con un pennello, lavorando i capelli sezione per sezione. Dopodiché, coprite i capelli con una pellicola trasparente o con una cuffia e lasciate agire lo sbiancante per 30 minuti.

Dopo 30 minuti, controllate i capelli. Se lo sbiancante ha fatto effetto, si può andare avanti e lavare i capelli dallo sbiancante. Mettete la testa sotto il rubinetto e sciacquate con acqua tiepida fino a quando l’acqua è pulita. Utilizzate uno shampoo viola – non uno normale! – per lavare i capelli. Non lasciate lo sbiancante nei capelli per più di 40 minuti, poiché potrebbe farli cadere.

Ora potete applicare la tintura seguendo le istruzioni fornite sulla relativa scatola. Applicatela sui capelli con la stessa tecnica usata per applicare lo sbiancante, e attendere che il colorante lavori. Dopo che il periodo di tempo indicato sulla confezione di colorante è trascorso, sciacquate la tintura con acqua tiepida finché l’acqua non è pulita. Usate lo shampoo viola per lavare i capelli.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *