Come dividere una stanza fai da te

Uno dei migliori modi per dividere con il fai-da-te una stanza è usare uno schermo decorativo come divisorio, dato che questi schermi creano istantaneamente alcove eleganti e luminose, senza bloccare completamente la luce o far apparire uno spazio piccolo e chiuso come farebbe una parete solida.

Si tratta dunque di una soluzione perfetta per contrassegnare gli spazi abitativi privati ​​e non privati, o semplicemente per delimitare quale area ha uno scopo particolare, come ad esempio sala da pranzo o zona per dormire, sia in un piccolo appartamento sia in uno spazioso “open space”. Tutto può essere utilizzato per dividere uno spazio ma, in ultima analisi, la domanda fondamentale è: funzionerà?

La maggior parte degli schermi decorativi utilizzati per dividere le camere vengono installati come impianti permanenti, anche se alcuni vengono montati su supporti in modo da essere facilmente spostati quando necessario. Al di là degli schermi decorativi, vi sono naturalmente altri modi eleganti per dividere una stanza, ed ogni opzione ha vari pro e contro da considerare.

Uno di questi modi alternativi prevede l’uso di tende su un’asta. Questo stile di divisorio è adatto per lo spazio che cambia ogni giorno: facilmente aperto o chiuso con un solo tiro di tenda. Esso richiede semplicemente l’installazione di un filo teso e di un tessuto su guide. È un modo pratico e romantico per dividere una stanza, soprattutto se il tessuto è puro e semplice.

Il più classico di tutti i divisori è uno schermo ripiegabile che è facile da prendere e spostare, chiudere o aprire in caso di necessità. Si adatta alle case in affitto in cui l’installazione di tende non è un’opzione consigliabile o percorribile, e funziona in una stanza come un grande pezzo di arredamento. Un po’ più permanente delle tende, una volta collocato questo tipo di schermo è migliore per organizzare, creare spazi.

Un modo molto pratico, ma ancora molto chic, per dividere una stanza è utilizzare una grande libreria. Questi mobili particolarmente semplici servono sia per creare spazio sia per risparmiarlo, e le opzioni di dimensione e stile sono pressoché infinite. Le scaffalature chiuse creano un divario molto più stabile e solido rispetto a qualsiasi altra opzione. D’altro canto, le librerie aperte garantiscono ancora una suddivisione dello spazio ma consentono alla luce di attraversarle.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *