Come fare convergenza fai da te

Fare la convergenza dei pneumatici (o delle ruote) significa fare una regolazione delle sospensioni di un veicolo per evitare un’usura irregolare o prematura delle gomme in questione. Si controlla, in pratica, l’assetto delle ruote, corrispondente a tre angoli: campanatura, convergenza, incidenza.

Ci sono dunque tre regolazioni nelle sospensioni: campanatura, convergenza, e incidenza. La campanatura è l’angolo verticale delle ruote quando si guarda la testa della vettura. La convergenza è il rapporto tra i bordi iniziale e finale dei pneumatici rispetto al proprio asse. L’incidenza è il rapporto tra l’asse verticale della ruota e l’asse di sterzo e, quindi, si applica solo per l’asse sterzante.

Ogni macchina è diversa, e può richiedere piccoli aggiustamenti per ottimizzare le prestazioni. La stabilità in rettilineo, la velocità massima, e l’usura dei pneumatici sono i compromessi per cambiare convergenza o campanatura. Se, ad esempio, si prevede di guidare su strade con lunghi rettilinei, si consiglia di mantenere entrambe “- convergenza e campanatura – diritte” rispetto a quel che ci vuole su strade con curve strette.

Assicuratevi di avere gli strumenti corretti per il lavoro. I calibri digitali per la campanatura (costano da circa 200 euro in su) sono facili e veloci da usare. Per la misura della convergenza, è necessario avere delle piastre o una barra di convergenza (circa 100 euro, mentre le piastre sono meno costose). Alcune auto utilizzano spessori per la regolazione di convergenza e campanatura. Se questo è il caso con la vostra auto, avrete bisogno di avere vari spessori a portata di mano.

Per regolare la campanatura, sollevate la macchina e controllate la geometria delle sospensioni. La maggior parte delle auto moderne hanno un eccentrico. Allentando il dado ad un’estremità e ruotando la testa dell’eccentrico, si influenza la posizione del collegamento e, quindi, si cambia la campanatura. Dalla vostra misura iniziale, stimate quanto l’eccentrico dovrà ruotare e fate piccoli cambiamenti logici. Dopodiché serrate i dadi, abbassate la vettura e verificate il risultato.

Per regolare la convergenza, sollevate la macchina e apportate modifiche ai collegamenti della convergenza  (per il retrotreno) od ai tiranti (per l’asse anteriore). La regolazione della convergenza sull’asse anteriore richiede di allentare il controdado del tirante e poi di girare il tirante per cambiare la sua lunghezza. Dopodiché, serrate il controdado e abbassate la vettura per misurare la convergenza, e se essa va bene ripetete questa operazione sull’altro lato della macchina.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *