Come fare un deodorante naturale

Se il vostro corpo vi permette di andare in giro senza deodorante per alcuni giorni, siete veramente fortunati/e. La sudorazione è una buona cosa: permette al vostro corpo di rilasciare tossine.

Il vero problema è l’odore che può seguire la sudorazione. Mentre il sudore non ha quasi nessun odore, i batteri che degradano il sudore in acidi sono la causa dell’odore. Anche se i deodoranti commerciali sono sicuramente un’opzione, ci sono una pletora di motivi per cui conviene evitarli.

La ragione principale è che i deodoranti commerciali contengono composti a base di alluminio e di profumi chimici tossici che sono una tempesta perfetta per il vostro corpo. Queste sostanze chimiche sono legate a malattie come il cancro al seno e anche al morbo di Alzheimer. Inoltre, le ascelle sono una zona molto sensibile su cui applicare certe sostanze, a causa dei linfonodi vicini.

Uno dei modi migliori per mantenere le ascelle e il resto del corpo liberi da tossine è quello di preparare il proprio deodorante fatto in casa. Beh, l’idea può sembrare folle, ma lo sono anche i risultati! Anche se ciò non impedirà la sudorazione, può sicuramente aiutare a mantenere l’odore a bada. E se gli ingredienti includono olio di cocco, beh, non potrebbe andare meglio.

L’olio di cocco ha proprietà antibatteriche e antifungine che aiutano a combattere i batteri che causano i cattivi odori. Agisce anche come base per il deodorante per dargli una consistenza cremosa. Inoltre, è una crema idratante e deodorante incredibile. Anche il bicarbonato di sodio – che di solito abbiamo già in casa –  è un agente straordinario per assorbire i cattivi odori. Esso, infatti, aiuta a neutralizzare il pH e lavora come fungicida per prevenire l’infezione.

Il burro di Karitè è un idratante incredibile e aiuta a proteggere la pelle dalla secchezza. Aiuta anche per le piccole ferire che si possono avere con la rasatura delle ascelle. La cera d’api aiuta a conservare il deodorante e aiuta anche per quanto riguarda la traspirazione.

L’amido di mais, insieme con la sua mancanza di profumo, ha la capacità di assorbire l’umidità, il che lo rende un ottimo ingrediente per deodoranti fatti in casa. Gli oli essenziali, infine, hanno un’eccellente capacità di guarigione. Ad esempio, l’olio dell’albero di tè ha proprietà antifungine che aiutano a combattere i batteri che causano i cattivi odori ed è un antibatterico. La lavanda, invece, ha un profumo rilassante che conferisce un senso di rilassamento e benessere.

Per fare un deodorante fai-da-te casalingo, vi servono i seguenti ingredienti di cui abbiamo appena illustrato le proprietà: olio di noce di cocco (1/3 di tazza), cera d’api grattugiata (3 cucchiai), burro di karitè (2 cucchiai), amido di mais (1/3 di tazza), bicarbonato di sodio (1 cucchiaio), olio essenziale a vostra scelta (da 10 a 15 gocce),  contenitori per deodoranti.

Mettete 3 cucchiai di cera d’api grattugiata a bagnomaria. Aggiungete 2 cucchiai di burro di karitè. Miscelate in 1/3 di tazza di olio di cocco. Lasciate che la cera d’api, il burro e l’olio si sciolgano completamente. Togliete dal fuoco e aggiungete 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio. Aggiungete 1/3 di tazza di amido di mais. Miscelate accuratamente.

Unite l’aroma del vostro olio essenziale preferito con l’aggiunta di 10-15 gocce. È possibile utilizzare un unico mix essenziale o 2 o 3 diversi. Versate il composto in uno stick per deodoranti o in degli stampi in silicone. Lasciate raffreddare e riposare per un paio d’ore, poi il deodorante è pronto per l’uso. Usate il vostro deodorante ogni mattina per tenervi freschi tutto il giorno.

Per quanto riguarda infine l’applicazione, arrotolate o strofinate direttamente sulle ascelle. Si può anche mettere una piccola quantità sulla punta delle dita e strofinare delicatamente sulle ascelle. Lasciate asciugare per 3 o 4 minuti prima di indossare i vestiti. È possibile usare questo deodorante fai-da-te regolarmente al posto di un deodorante commerciale.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *