Come girare un film fai da te

Nel corso degli anni, fare un film è diventato esponenzialmente più facile. Si è passati dai giorni del bianco e nero e del cinema muto alla televisione e fino ai giorni nostri, in cui è possibile creare, modificare e condividere un breve filmato o un intero film con milioni di utenti grazie a un cellulare.

Se volete realizzare un breve film, ma il vostro budget è basso, potete ottenere una grande qualità video dalla famiglia di fotocamere digitali DSLR, o perfino da uno smartphone (l’iPhone può creare filmati particolarmente buoni, così come i dispositivi di fascia alta Lumia di Microsoft), ma mettendo insieme un set ben illuminato e un buon device non sono necessari accessori costosi.

Insomma, avere un budget ridotto non significa non poter realizzare alcun film. Con un po’ di creatività, i problemi di illuminazione possono essere risolti e, usando macchina fotografica come una telecamera, potete realizzare film o filmati con poca o addirittura nessuna spesa, utilizzando strumenti e attrezzature che potete già avere nel vostro ufficio od a casa vostra.

Infatti, uno dei grandi problemi che affliggono i cineasti dilettanti con un budget basso è il prezzo di una cosiddetta “Steadicam”: un complesso dispositivo che permette all’operatore video o cameraman di riprendere delle immagini in movimento garantendo una elevata stabilità. L’articolo vero e proprio vi costerebbe almeno 300 euro se lo acquistaste su Amazon.

Esistono Steadycam alternative fai-da-te, come ad esempio la Merricam (dal nome del suo inventore, Will Merrick), che utilizzano le proprietà fisiche di un treppiede standard da telecamera, e richiedono di rimuovere una sola vite. Si noti che questo accorgimento non può funzionare così bene con treppiedi leggeri meno costosi, ma è perfetto per un treppiede standard.

La fluidità del movimento, infatti, è un “must” assoluto per la creazione di film amatoriali, e allo stesso tempo è molto difficile da raggiungere. Sebbene le Steadicam fai-da-te siano un modo per ottenere questo risultato, si potrebbe anche desiderare poter zoommare lentamente con qualcosa di simile a un carrello, una piccola piattaforma su ruote su cui è montata la telecamera.

Si potrebbe auto-costruire anche questo sistema utilizzando parti che avete già o che costano poco. Potete partire, ad esempio, da un vecchio skateboard e da un po’ di alluminio per realizzare una sorta di carrello che dà ottimi risultati. In alternativa, perché non impiegare una macchina? Si potrebbe montare la fotocamera sul lato della vettura (anche se ciò può essere costoso).

L’illuminazione è quasi sempre un problema per i registi amatoriali con un budget ridotto, ma se avete le competenze o il personale adeguato, è possibile usufruire di attrezzature a prezzi accessibili e costruire da soli le proprie soluzioni di illuminazione. Queste potrebbero essere semplici come l’aggiunta di un riflettore adeguato, o la costruzione di un intero impianto di illuminazione.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *