Come lucidare l’ottone fai da te

L’ottone era popolare anni fa fra gli accessori di arredamento, ma perde nel tempo la sua lucentezza. Se è necessario ripulirlo, si possono usare due ingredienti naturali che probabilmente già avete a portata di mano. Ecco dunque come fare.

Procuratevi innanzitutto 1/2 limone, un cucchiaino circa di bicarbonato di sodio e una piccola ciotola per mescolare. Verificate poi che si tratti effettivamente di ottone e non di un falso o di una placcatura in ottone, prendendo un magnete da frigo e vedendo se si attacca all’oggetto da pulire. Se è così, meglio fermarsi e approfondire, altrimenti vuol dire che probabilmente è proprio ottone.

Spremete poi il mezzo limone nella vostra ciotola. Aggiungete il vostro bicarbonato di sodio. Mescolate il bicarbonato di sodio e il limone fino a formare una pasta dal delizioso odore. Usate un panno morbido e applicate la pasta. Lavorate delicatamente l’ottone. Otterrete i migliori risultati quando strofinate la pasta delicatamente in una direzione, al limite usando le dita.

Risciacquate l’ottone per ripulirlo dalla pasta e lasciate asciugare. Riapplicate e ripetete il processo, come e dove necessario. Quando avete finito, praticate all’ottone un risciacquo molto accurato. Assicuratevi che non ci sia rimasta sopra pasta e poi asciugate con un panno asciutto e pulito. Se desiderate lucidare il vostro ottone provate a strofinare con olio d’oliva.

Al posto del bicarbonato di sodio, potete usare un cucchiaino di sale. In pratica, tagliate un limone a metà e cospargetevi sopra una generosa dose di sale a grana fine. Utilizzando il limone come una spugnetta abrasiva, cominciate a lavorare tutto il pezzo, spremendo leggermente il succo, man mano. Il sale, leggermente abrasivo, inizierà a togliere lo sporco.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *