Come profumare gli armadi

Tra scarpe, stivali, giacche, cappotti sporchi, sciarpe, cappelli e altri capi di abbigliamento stipati nell’armadio della persona media, gli odori sono destinati prima o poi a diventare un problema.

Anche la mancanza di circolazione d’aria è un fattore importante in tal senso. Mettere indumenti e biancheria anche leggermente umidi nell’armadio può portare allo sviluppo di muffa, dato che l’umidità attiva gli odori naturali degli altri tessuti o fragranze lasciati dai prodotti di pulizia. E poi ci sono i vestiti che desideriamo usare ancora  prima di pulirli. Infine, se siete fumatori o lasciate che una persona fumi nel vostro spazio, ciò finirà per influenzare l’odore del guardaroba.

Ci sono poi altre possibilità inaspettate, come parassiti, perdite d’acqua, e animali domestici curiosi. Insetti e roditori lasceranno escrementi. Anche se gli escrementi saranno molto piccoli, in gran quantità causeranno degli odori. I topi sono grassi e lasciano il loro olezzo ovunque vadano. E se mettete dei panni non ben asciutti, ci sarà un sacco di umidità con muffe e funghi. Ed infine i gatti sono molto bravi a curiosare negli armadi ed a trovare delle aree all’interno in cui fare pipì.

Per rimuovere gli odori specifici, la prima cosa da fare è pulire l’armadio. Per l’abbigliamento e la biancheria, potrebbe essere necessario lavare tutto. Fatelo fuori in una bella giornata, perché il tessuto asciugato al sole è uno dei modi migliori per sbarazzarsi degli odori. In realtà, se si dispone di ripiani estraibili o di scatole per conservare le cose, mettere anche queste fuori al sole può liberarle dagli odori. Se l’armadio puzza un po’ di muffa, una buona ventilazione in genere aiuta.

Basta la pulizia e l’organizzazione per eliminare il problema. Utilizzate bustine profumate, o altri deodoranti per aiutare a mantenere fresco e profumato l’armadio. Riponete le scarpe in scatole per tenere il problema delle scarpe maleodoranti sotto controllo. Se non volete smettere di fumare per i polmoni, fatelo almeno per i vostri vestiti. Il fumo viene intrappolato in tutto ciò che vi circonda, compresi i vostri armadi. Neutralizzate l’odore residuo con dell’aceto bianco.

Non preoccupatevi, se usate l’aceto l’armadio non odorerà come un’insalata: esso si dissipa rapidamente. È possibile mescolare 1/2 tazza in un secchio di acqua calda e pulire mensole, pareti e pavimenti. Se il pavimento è rivestito di moquette, cospargete quest’ultima di bicarbonato di sodio e lasciate riposare per un’ora prima di passare l’aspirapolvere. Se l’odore non va via dopo un’accurata pulizia, usate un assorbitore di odore come il carbone o il bicarbonato di sodio.

Se anche questo non funziona, dovrete andare giù duro. Versate 1/2 tazza di candeggina direttamente in una ciotola o in un secchio che non si possa ribaltare accidentalmente. Mettetela dentro l’armadio, chiudete la porta e lasciate tutta la notte. È inoltre possibile utilizzare aceto bianco o fondi di caffè, ma la candeggina è migliore. Un forte odore finirà per sterminare anche eventuali parassiti che abbiano invaso il vostro armadio o fungerà da deterrente per essi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *