Come pulire la lavastoviglie fai da te

Si potrebbe pensare che la lavastoviglie sia pulita, considerando il numero di volte che ogni settimana acqua calda e sapone scorrono attraverso il suo sistema. Tuttavia non è così, ed è ecco ciò che vi serve sapere per pulire bene la vostra lavastoviglie con il fai-da-te.

Il materiale occorrente è il seguente: aceto bianco, bicarbonato di sodio, succo di limone, panni o stracci morbidi, uno spazzolino da denti, degli stuzzicadenti. Prima di pulire la lavastoviglie, inoltre, fatele fare un lavaggio, o aspettate fino a poco dopo aver eseguito un ciclo. Dopodiché, svuotate la lavastoviglie completamente rimuovendo le griglie, i vani utensili e il cestello.

Poi controllate le braccia rotanti per assicurarvi che tutti i loro fori siano aperti così che l’acqua possa scorrere liberamente. Eliminate eventuali residui che si siano accumulati nei fori del braccio rotante con uno stuzzicadenti o un altro piccolo strumento (fate però attenzione a non graffiare il metallo). Pulite anche sotto la parte inferiore della porta. In alcune lavastoviglie, questo è un punto in cui l’acqua non passa, quindi possono facilmente accumularsi dei detriti.

Controllate il pavimento della vostra lavastoviglie, intorno allo scarico, dove c’è l’uscite delle acque reflue. Lì ci sarà una griglia. Cercate eventuali detriti che intasano l’area e rimuovete eventuali corpi solidi che vi si siano accumulati. Se si dispone di un filtro, rimuovete e smontate le sue parti nel lavandino. Usate uno spazzolino per lavarlo con una pasta di bicarbonato di sodio, o acqua tiepida e sapone. Sciacquate bene e rimontate di nuovo il filtro come lo avete trovato.

Successivamente, usate lo spazzolino da denti ed il bicarbonato di sodio in pasta per pulire intorno allo scarico. Assicuratevi di rimuovere eventuali residui alimentari che possono rimanere appesi intorno e provocare un odore sgradevole. Questa zona può anche intasarsi con etichette che si staccano da vasetti e piatti. Pulite intorno alla tenuta ermetica con un panno umido imbevuto di aceto bianco e un paio di gocce di succo di limone. Per le zone più strette, usate lo spazzolino.

Controllate i contenitori di utensili e le rastrelliere per vedere se ci sono pezzi di cibo e puliteli. Se sono davvero sporchi, si potrebbe desiderare metterli in un bagno di acqua calda e sapone e lasciarli in ammollo per una notte nel lavandino. Sciacquateli poi per bene.

È possibile rimuovere depositi di acqua dura eseguendo un ciclo della lavastoviglie (vuota) con aceto bianco distillato. Aggiungete 2 tazze di aceto sul fondo e accendete la macchina in modalità a risparmio energetico o per un lavaggio breve. Fermate la macchina a metà lavaggio, in modo che l’aceto possa rimanere sul fondo. Lasciate riposare per circa 20 minuti, poi fatele finire il ciclo.

Se nella lavastoviglie vi sono macchie di ruggine, è possibile affrontarle con un prodotto per la rimozione di ruggine per lavastoviglie. Se vi sono scheggiature nelle finiture o uno sfaldamento dei cestelli, provate un sigillante specifico per lavastoviglie. Infine, se avete problemi con la muffa, lavate con la candeggina con l’aggiunta di 1 tazza e mezza nella parte inferiore dell’apparecchio ed eseguendo un ciclo completo. Ma non usate candeggina se l’interno è in acciaio inox!

Pulite i pulsanti ed il pannello esterno a fondo. Spruzzate la maniglia e la parte frontale della lavastoviglie con un soluzione aceto /  limone / acqua o con un detergente per acciaio inossidabile, a seconda del tipo di lavastoviglie che avete. In genere, i panni in microfibra funzionano meglio per pulire l’acciaio inossidabile.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *