Come raddrizzare i denti fai da te

Avere dei denti diritti naturalmente è una fortuna che non tutte le persone possono vantare. Il più delle volte, le persone hanno denti un po’ storti, o magari non allineati. E quando si desidera che i denti vengano raddrizzati, l’opzione migliore è sempre quella di vedere un ortodontista ed usare un apparecchio.

Come molte cose che si possono fare da soli, in realtà è possibile ottenere dei denti dritti senza usare un apparecchio. Tuttavia, questa non è sempre l’opzione più sicura e più efficace. In primo luogo, si deve capire che l’idea alla base di un apparecchio è la delicata applicazione di pressione. I ganci sono progettati per posizionare una leggera pressione su ciascun dente, eventualmente spostandola nella posizione o con l’allineamento che il dentista ritiene opportuno.

Sapendo come funziona un apparecchio, si potrebbe provare in realtà a usare la propria lingua per spingere lentamente i denti nella direzione desiderata. L’idea è quella di applicare una certa pressione al giorno per un periodo prolungato di tempo, e se avete abbastanza pazienza potreste eventualmente vedere i risultati. Naturalmente, l’applicazione di pressione sui denti in questo modo probabilmente funziona solo se realmente diventa un abitudine.

Dipende poi da quanti sono i denti da raddrizzare. Se solo un dente sporge nella direzione sbagliata che si desidera correggere, allora questo metodo potrebbe funzionare. Un’alternativa per raddrizzare i denti a casa con metodi fai-da-te suggerisce di applicare pressione con il filo interdentale. Alcune persone, infatti, usano il filo interdentale – normalmente usato per la pulizia – per legare i denti insieme e applicare una pressione per spostare i denti nella direzione desiderata.

Bisogna tuttavia essere molto attenti ai trattamenti fai-da-te, perché se li applicate nel modo sbagliato, potreste causare alcuni problemi a lungo termine ai denti e alle gengive. Ad esempio, si può facilmente applicare troppa pressione che può far sì che i denti si allentino. Tuttavia, ciò non significa che i rimedi domestici non funzionino, dato che in alcuni hanno successo.

A volte, però, è necessario l’aiuto di alcuni attrezzi. Gli allineatori rimovibili in plastica trasparente hanno un impatto estetico quasi nullo e sono qualcosa che si può acquistare al banco in farmacia e, a differenza degli apparecchi che sono permanentemente bloccati sui denti, si possono facilmente rimuovere ogni tanto. Dato che sono anche ‘chiari’ e invisibili, non dovete neppure preoccuparvi dell’aspetto estetico. Essi sono come una guardia in bocca che allinea i denti nel modo desiderato, ma non ingombrano come un apparecchio.

Con gli allineatori, che si possono rimuovere durante i pasti, si può mangiare ciò che si vuole quando si vuole, a differenza degli apparecchi, che tendono a limitarvi. Se la condizione dei denti disallineati è troppo grave per essere curata da semplici allineatori ma non si vuole usare un apparecchio, allora si possono usare i cosiddetti “fermi”, che utilizzano un filo ortodontico.

I fermi funzionano nello stesso modo in cui funzionano apparecchi e allineatori, ma usano soltanto un grande filo guida fra i denti per la mascella superiore e un altro per la parte bassa. I fili ortodontici dovrebbero essere misurati per adattarsi correttamente a voi. Dunque, anche se si vogliono raddrizzare i denti a casa, e senza l’uso di un apparecchio, la persona migliore a cui rivolgersi è l’ortodontista. Il dentista esaminerà i denti e saprà dirvi qual è la migliore opzione per allinearli e quali le possibili alternative.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *