Come riciclare alluminio

Il riciclaggio dell’alluminio è il processo attraverso il quale rottami di alluminio vengono rielaborati per essere utilizzati in nuovi prodotti dopo la loro utilizzazione iniziale. I produttori di alluminio ed i riciclatori dell’industria dell’alluminio, pertanto, portano avanti programmi di riciclaggio porta a porta e industriali.

Per la maggior parte dei prodotti di alluminio, il metallo non viene consumato durante la vita del prodotto, bensì viene usato semplicemente per una o poche volte rendendo facile il suo riciclo senza perdere le sue proprietà intrinseche. Il riciclaggio dei contenitori per bevande usati è il più conosciuto dei programmi di riciclaggio dell’alluminio. Tuttavia, anche parti di edifici e di automobili permettono la produzione di materiali riciclati come serramenti, fili, tubi e parti elettroniche.

A livello industriale, il riciclo dell’alluminio è un processo piuttosto complesso, che parte naturalmente dalla raccolta dei vari rottami: lattine per bevande, vaschette di alluminio, bombolette spray, etc. I metalli misti vengono portati in un impianto di recupero dei materiali in cui vengono puliti e ordinati in flussi di metalli diversi. I blocchi di alluminio vengono poi trasportati in un impianto di trasformazione, che consuma il 95% di energia in meno che se si creassero gli stessi prodotti da alluminio non riciclato.

A questo punto un trituratore taglia le lattine in piccoli pezzi. Le lattine tagliuzzate vengono fatte passare sotto un magnete potente per eliminare completamente le tracce di acciaio. I brandelli di alluminio poi sono passati sotto un soffio di aria molto calda per eliminare rivestimenti, pitture e inchiostri. L’alluminio viene versato in un forno riscaldato fino a 7000 °C, dove viene trasformato in lingotti di alluminio: ciascun lingotto o blocco contiene circa 1,6 milioni di lattine.

Per questo, in molti Paesi è possibile guadagnare riciclando lattine di alluminio. Molti impianti di riciclaggio pagano per i prodotti in alluminio che si portano al loro impianto in loco. Questo perché l’alluminio è il materiale più riciclabile: infatti, il 100% dell’alluminio può essere riciclato per creare un nuovo barattolo di alluminio. Se non sapete dove è l’impianto di riciclaggio più vicino, eseguite una ricerca su Internet per trovarne indirizzo. Negli Usa, si riceve circa 1 $ per 20 lattine.

Ogni anno, l’industria dell’alluminio paga oltre 800 milioni di euro per le lattine di alluminio vuote. Le lattine di alluminio sono anche il prodotto di consumo più riciclato al giorno d’oggi. Nello stato americano dell’Iowa, i consumatori pagano un deposito di 5 centesimi per ogni lattina di alluminio che acquistano. I consumatori possono restituire i contenitori usati in un centro apposito per recuperare i loro soldi. Quindi, si può stimare che il valore commerciale di una lattina usata sia di circa 5 centesimi.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *