Come riciclare calzini

Come la maggior parte delle persone, probabilmente avete nei cassetti dei calzini non corrispondenti in ogni colore e dimensione, oppure vecchi e che non mettete più. Cosa farne, quindi?

Un uso originale dei vecchi calzini è quello di usarli come un comodo straccio per la polvere e per lucidare. Infilate la calza sulla mano. Immergete il calzino in un po’ d’acqua e lucidate la superficie mentre pulite via la polvere. I calzini sono buoni per la pulizia di ogni sorta di cose, compresi i mobili, i davanzali, gli schermi dei computer, i pavimenti, le maniglie e le persiane.

Usate due calzini uno dentro l’altro per creare un efficace ed economico assorbitore di umidità per l’auto o per un armadio, che riempirete con sali assorbitori di umidità. I più comuni di questi sali sono quelli a base di silice, usati normalmente per la lettiera dei gatti, e che potete procurarvi per pochi euro in grandi sacchi nei negozi di accessori per animali. Versate i sali nel primo calzino, che chiuderete e infilerete poi all’interno di un secondo.

Per evitare che i rubinetti esterni siano danneggiati dal gelo e scoppino nei freddi mesi invernali, è possibile utilizzare una vecchia calza come un isolante termico. Coprite il perno del rubinetto e aggiungete un sacchetto di plastica per mantenere il calzino asciutto. Oppure fate un portasapone per il giardino, mettendo una saponetta nel fondo di una vecchia calza.

Potete anche realizzare are un sacco hacky fatto in casa. Un sacco hacky è una piccola palla di stoffa piena di piccole perle o fagioli. Tagliate un calzino a metà. Riempite la calza con riso secco, piselli secchi, o perline. Cucite l’apertura in modo da formare una palla. In alternativa, fate una bambola imbottita, una scimmia calzino, dei burattini, o qualsiasi altra creazione per bambini.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *