Come riciclare dei vecchi jeans

Possedete un paio di vecchi jeans da anni e non sapete cosa farne? Magari sono pure forati e coperti di spruzzi di vernice, ma per il resto sono ancora buoni. Che fare in questo caso?

Innanzitutto, comprate sempre i jeans di migliore qualità che vi potete permettere: infatti, questi pantaloni non si usurano più rapidamente di quelli a buon mercato. Imparate poi a mettere una toppa a buchi e strappi in modo da prolungare ulteriormente la loro vita, o se i problemi si trovano nella parte bassa delle gambe, tagliateli trasformandoli in dei bei pantaloncini.

Un jeans al 100% di cotone può anche essere tinto abbastanza facilmente se avete voglia di un cambiamento. Le aziende che si occupano di tinture per tessuti negli ultimi anni hanno messo in commercio vari coloranti davvero veloci (ad es. nero e blu marino). Ma ci sono anche altri riutilizzi astuti: le gambe, ad esempio, possono essere trasformate in grembiuli.

Un’altra idea originale, se sapete cucire, è quella di creare un vestito caldo per un piccolo cane o per un gatto di grandi dimensioni. Tagliate la gamba alla lunghezza dell’animale, dal collo fino alla sua coccige. Aggiungete un elastico all’estremità più stretta (che sarebbe il foro per la testa). Ora tagliate 2 fori sul fondo, per le gambe anteriori, e tagliate la parte inferiore a forma di U.

E se dei vostri vecchi jeans proprio non sapete cosa farci oppure volete sbarazzarvene, aggiungeteli al raccoglitore di vestiti locale, in modo che se sono ancora da indossare, saranno usati da altri, oppure il cotone verrà riciclato e recuperato per una nuova produzione industriale. Nel Regno Unito, ad esempio, esiste una società che trasforma vecchi jeans in sandali.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *