Come riciclare elettrodomestici

I grandi elettrodomestici – come lavatrici, asciugatrici, scaldabagni, forni a microonde, forni elettrici, deumidificatori, stufe, frigoriferi, congelatori, condizionatori d’aria – sono una grande fonte di rifiuti nei nostri Paesi occidentali ma non è molto difficile riciclarli.

Infatti, con l’aiuto delle nuove normative statali e di programmi di riciclaggio è oggi più facile riciclare i grandi elettrodomestici. Ma come si fa a preparare una grande apparecchiatura per lo smaltimento o il riciclaggio? Questo dipende dal prodotto, e in generale non sarà necessario preparare il vostro apparecchio. A volte occorrerà trovare un riciclatore che rimuoverà tutti i liquidi o parti pericolose dal vostro apparecchio, ma ciò fa parte del processo di riciclaggio.

Una domanda comune è: posso ottenere denaro per questi grandi elettrodomestici? Sì, è possibile ottenere dei soldi, nel senso che, se gli apparecchi sono ancora funzionanti, li si può vendere. Se non funzionano più e si desidera riciclarli, si può cercare di trovare su Internet un programma di riciclaggio che vi dia del denaro. Alcune società di servizi potrebbero anche offrire sconti sulla bolletta se si passa ad apparecchi a più alta efficienza energetica.

A seconda di dove si vive, potrebbe essere necessario pagare una tassa per riciclare i grandi elettrodomestici. Tuttavia, di solito quando si acquista un nuovo elettrodomestico si può richiedere che venga portato via il vecchio, eventualmente pagando un piccolo supplemento. In realtà, trattando a voce sul prezzo si potrebbe non pagare alcun supplemento, dato che i materiali da riciclare hanno un loro valore e quindi ciò in parte ripaga già la spesa per il trasporto.

Se invece non si sta comprando un nuovo apparecchio, i rivenditori possono ancora ritirare le unità, ma a pagamento. Ad esempio, potrebbero chiedervi 50 o 100 euro a seconda della distanza e del tipo di apparecchio. Ma se avete la raccolta differenziata, potete chiedere il ritiro degli elettrodomestici ingombranti, che solitamente è gratuito, o portarli direttamente voi alla più vicina isola ecologica se non sono troppo grossi e pesanti da trasportare con la vostra auto.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *