Come riciclare gli avanzi di cibo

Una famiglia tipo butta via circa 470 chili di rifiuti alimentari ogni anno. Un modo naturale di riciclare gli scarti di cibo è quello di trasformarli in compost per il proprio giardino.

Il compostaggio degli scarti di cibo in casa è uno degli aspetti più importanti del compostaggio domestico. Questo perché i prodotti di scarto alimentari – come frutta e verdura di scarto, gli avanzi dei pasti, i fondi di caffè, le bustine di tè, il pane raffermo, i cereali, e il deterioramento di quanto conservato in frigorifero – sono all’ordine del giorno nella maggior parte delle famiglie.

Che ci crediate o no, alcune città hanno problemi con il compostaggio domestico degli scarti alimentari. Questo perché c’è la preoccupazione di attrarre roditori e altri parassiti (procioni, opossum, etc.) verso un bidone del compost non adeguatamente protetto. Pertanto, una comunità può desiderare di avere un maggiore controllo sul riciclaggio dei rifiuti alimentari.

Non tutti i rifiuti alimentari sono uguali. Lo si deve sapere, altrimenti si possono avere problemi con il proprio bidone di compost. In particolare, a causa soprattutto deglii odori prodotti e vermi e animali attirati, non compostate carne o rifiuti di carne, come ad es. le ossa, il grasso, la cartilagine, la pelle, etc.; il pesce o rifiuti del pesce;  prodotti lattiero-caseari, come il formaggio, il burro, la ricotta, lo yogurt, la crema di formaggio, la panna acida, etc.; grasso e oli di qualsiasi tipo.

Su grande scala, si stima che circa la metà di tutti gli alimenti prodotti o acquistati vengano scartati per deterioramento o sovrapproduzione / avanzo. Fino al 90 per cento dei rifiuti vengono buttati via da aziende come supermercati e ristoranti sotto forma di avanzi di cibo. In realtà, gli avanzi di cibo sono il terzo più grande segmento del flusso dei rifiuti generato ogni anno.

Uno dei modi migliori per riciclare gli avanzi di cibo, comunque, è riutilizzarli direttamente ai fornelli con una ricetta. Vi siete mai chiesti come sono preparate quelle salse o zuppe al vostro ristorante preferito? Sì, da scarti vegetali, quali bucce, pelli, steli, etc. Per preparare una zuppa, fate semplicemente sobbollire un pentolino con tali residui per qualche ora, lasciate raffreddare e conservate nel frigorifero fino a quando non avete il desiderio di cucinarvi una zuppa o una salsa.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *