Come sbiancare i denti fai da te

I denti più bianchi sono qualcosa che molte persone oggi desiderano per ragioni estetiche, per cui ogni anno si spendono molti soldi in prodotti sbiancanti i denti, o si paga il dentista per sbiancare i denti. Ma, con un po’ di pazienza, si possono usare modi naturali per sbiancare i denti a casa con il fai-da-te e, soprattutto, senza l’utilizzo di sostanze chimiche aggressive.

Per capire come sbiancare i denti, dobbiamo sapere perché diventano gialli. Un dente è costituito da 4 strati: lo smalto, che è il forte bianco coprente che protegge il dente; la dentina, che supporta lo smalto ed è un materiale di colore giallo duro che trasporta i nervi; la cellulosa, che è al centro del dente e contiene vasi sanguigni e linfatici; e il cemento, che copre la radice del dente.

Ci sono diversi fattori che giocano un ruolo nel far diventare gialli i denti, tra cui la genetica, il tipo di cibi e bevande che si consumano, e come si pratica l’igiene orale. Lo smalto e la dentina sono quelli che giocano il ruolo più importante. Alcuni cibi e bevande macchiano direttamente lo smalto, ma col passare del tempo i due maggiori colpevoli sono il cibo e le bevande cattive che abbattono lo smalto, e l’indebolimento dello smalto con l’avanzare dell’età.

Quando lo smalto si rompe, rivela la dentina gialla sotto. I rimedi fai-da-te si concentrano sullo sbiancamento dei denti che hanno già perso un po’ di smalto bianco, ma è anche bene tenere a mente che rafforzare lo smalto è altrettanto importante in modo da poter evitare che si riduca ulteriormente. Un po’ di prevenzione, insomma, vale quanto lo sbiancamento stesso.

Il primo rimedio per sbiancare i denti è usare una pasta composta da bicarbonato di sodio e succo di limone. Infatti, il bicarbonato è leggermente abrasivo, per cui lava via delicatamente le macchie dalla superficie per far tornare i denti ad avere una tonalità più bianca. Al tempo stesso, l’acidità del succo di limone agisce come sbiancante naturale. Si può anche usare una miscela di bicarbonato di sodio e acqua in alcuni giorni, e il succo di limone in altri, per non esagerare.

Per creare la pasta, mescolate diversi cucchiaini di bicarbonato di sodio con abbastanza succo di limone fresco (o acqua) per fare una pasta. Pulite i denti e togliete la saliva con un tovagliolo di carta. Mettete una buona quantità di pasta sul vostro spazzolino da denti e applicatela. Lasciate agire la pasta per 1 minuto, quindi risciacquate, in modo da evitare che lo smalto diventi acido. Se si usa solo acqua e bicarbonato, lo si può lasciare per un massimo di 3 minuti.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *