Come togliere il cerume dalle orecchie

Il cerume è un problema che ognuno deve affrontare, prima o poi. Il corpo umano, infatti, produce cerume come misura di protezione (per fermare batteri, insetti e sporcizia), ma a volte si produce troppo cerume. Quando ciò accade, si hanno due scelte: soffrire di sordità o… pulire le orecchie!

I motivi per cui il corpo produce cerume sono: per evitare che la polvere, i germi ed i batteri penetrino nelle orecchie interne; per ridurre il rischio di irritazioni, infezioni o danni alla pelle dell’orecchio interno; per rallentare la crescita e la diffusione di batteri (che vivono nel condotto uditivo); per proteggere l’orecchio dall’essere irritato dall’esposizione all’acqua (ad es. nuotando).

Così, il cerume è in realtà una buona cosa: è lì per proteggere le orecchie interne, bisogna sbarazzarsene solo se ce n’è troppo. Un eccesso di cerume può aumentare la presenza di batteri nelle orecchie, il che rende più probabile che si soffra di infezioni dell’orecchio. Può anche influenzare negativamente l’udito. Se c’è troppo cerume, quindi, è necessario pulire le orecchie!

Qual è il modo migliore per pulire le orecchie? Come si può farlo in modo sicuro così da non danneggiare l’orecchio interno? I tamponi di cotone sono uno dei modi più popolari di pulizia dell’orecchio. Sono incredibilmente a buon mercato, disponibili letteralmente in ogni supermercato, farmacia e negozio, e sono abbastanza facili e veloci da usare. Ma sono buoni?

In realtà, l’utilizzo di tamponi di cotone costituisce una cattiva scelta per le vostre orecchie. Ciò perché le orecchie sono progettate per essere autopulenti. Il cerume viene prodotto nel terzo più esterno del canale uditivo, ed è il meccanismo autopulente dell’orecchio. I peli nel condotto uditivo muovono verso l’esterno il cerume, spingendo le cellule morte della pelle ed il cerume fuori dal vostro orecchio. I canali auricolari sani saranno dunque in grado di pulirsi da soli.

Se volete sapere come rimuovere in modo sicuro il cerume, è necessario capire come i tamponi di cotone funzionano davvero. Inserite il tampone di cotone nell’orecchio, raschiate in giro per cercare il cerume, sperate che aderisca al tampone di cotone, rimuovete e smaltite. Ma se si guardasse all’interno dell’orecchio con una lente di ingrandimento, si vedrebbe che in realtà non si sta rimuovendo davvero il cerume, bensì lo si sta spingendo più in profondità.

Quindi, qual è il modo giusto per pulire le orecchie da soli, senza andare dal medico per una pulizia dell’orecchio corretta? Uno dei migliori metodi fai-da-te per pulire le orecchie prevede l’uso di perossido di idrogeno, cioè di acqua ossigenata. Il perossido di idrogeno è uno dei metodi più comuni per pulire le orecchie. Esso aiuta ad ammorbidire e allentare il cerume, rendendo più facile la sua rimozione con un batuffolo di cotone o semplicemente il drenaggio dal vostro orecchio.

Per coloro che vogliono una soluzione “vecchia scuola”, lavare l’orecchio con una pompetta di acqua tiepida è un’opzione efficace da prendere in considerazione. In poche parole, il trattamento prevede che l’acqua venga schizzata dalla pompetta nell’orecchio, con l’obiettivo di sciogliere i grandi pezzi o le piccole gocce di cerume. Una volta che il cerume si è allentato, può essere rimosso con una pinzetta dal medico. Si tratta di un metodo di pulizia altamente efficiente, che provoca dei danni in circa 1 caso su 1000.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *