Come togliere lo smalto semipermanente fai da te

Come rimuovere lo smalto semipermanente dalle unghie? Chi è fanatica del resistente smalto a gel non può, prima o poi, non porsi questa domanda. Naturalmente, tornare al salone di bellezza per far rimuovere lo smalto semipermanente è fastidioso, perciò vediamo una soluzione fai-da-te.

Per togliere lo smalto semipermanente ci vuole un po’ più tempo che per togliere lo smalto tradizionale, poiché lo smalto a gel si attacca più a lungo che quello normale. L’errore più grande e peggiore nel togliere lo smalto a gel è il fare peeling, tentare di “sbucciare” l’unghia raschiando via il gel in modo non corretto, perché ciò può rivelarsi estremamente dannoso.

Le cellule delle vostre unghie sono un po’ come le tegole di un tetto. Se ci si comporta in modo aggressivo tirandole fuori, non si sta solo rimuovendo il gel, ma anche gli strati superiori di queste cellule delicate. Il tempismo è tutto. Sappiate che la rimozione dello smalto a gel dovrebbe essere fatta non prima di 14 giorni dall’applicazione, quando è più facile da rimuovere.

Assicuratevi di avere gli strumenti giusti: durante la vostra manicure per la rimozione del gel si possono ottenere a casa propria gli stessi risultati ottenibili da professionisti, con un po’ di pazienza. Allo scopo, avrete bisogno di acetone, batuffoli di cotone, carta stagnola e un bastoncino di legno. L’uso di acetone della massima forza è un “must”, ma non c’è bisogno di spendere il doppio per un marchio indicato come specifico per la rimozione del gel, basta solo che sia acetone.

La creazione di una barriera tra le cuticole e l’acetone è la chiave. A tale scopo, si consiglia di usare della vaselina. Dal momento che si deve coprire tutto il letto ungueale con cotone imbevuto di acetone per garantire che il gel venga rimosso correttamente, lo strato di barriera aiuterà ad evitare l’essiccazione e la devastazione delle delicate cuticole durante il processo.

Immergete un batuffolo di cotone per le unghie nell’acetone. Una volta bagnato, con un pezzo di carta stagnola afferratelo e avvolgetelo strettamente sul letto ungueale, con il cotone posto direttamente sulla parte superiore dell’unghia. Quanto tempo è bene lasciarlo riposare dipende: possono bastare 20, 30 o anche 40 minuti per sciogliere il gel correttamente.

Se l’unghia è imbevuta correttamente per una buona quantità di tempo, si dovrebbe facilmente essere in grado di pulire via il gel con un’unica pressione sul dito. Se il gel è ancora testardo e non viene via dopo questo tempo, afferrate il vostro bastoncino di legno per le unghie e raschiate molto delicatamente. A questo punto, siete già a più di metà dell’opera.

Una volta che tutto il gel è stato rimosso, i letti delle unghie sembreranno secchi e fragili, per cui assicuratevi di idratarli correttamente con un olio. Un altro modo per far rivivere le unghie post-gel è quello di prendersi del tempo per un trattamento di idratazione durante la notte. Applicate una buona quantità di vaselina per le cuticole e strofinate delicatamente sul vostro letto ungueale prima di andare a letto. E dopo una settimana, se volete, potete riapplicare lo smalto gel.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *