Metodi fai da te per far venire il ciclo

Avere periodi irregolari nel ciclo mestruale è un problema noto in ambito medico come oligomenorrea, che è piuttosto comune fra le donne. Esso è causato da vari fattori, come la perdita di peso, le condizioni di salute e lo stile di vita. Esso, a sua volta, provoca uno stress e una tensione ingiustificati che ci portano a guardarci intorno per soluzioni che sono sicure e naturali.

E la natura ci ha fornito un cesto pieno di rimedi casalinghi per il trattamento del ciclo mensile irregolare e in ritardo. Ecco un elenco di alcuni dei modi naturali più efficaci con cui è possibile indurre i periodi del ciclo (quando esso è irregolare). Ovviamente, se siete in ritardo sul periodo perché siete incinte, allora non dovete usare tali rimedi, bensì consultare un medico.

Ad esempio, il prezzemolo è stato tradizionalmente usato, per secoli, per indurre le mestruazioni. Due particolari sostanze contenute nel prezzemolo, infatti, stimolano le contrazioni dell’utero, il che si traduce nell’effetto di indurre il ciclo mensile. La dose giornaliera di prezzemolo dovrebbe essere di 6 g di foglie di prezzemolo secco, che può consumato in 3 dosi di 2 g ciascuna, cotte in 150 ml di acqua. Oppure, in alternativa, potete bere un tè di prezzemolo due volte al giorno.

I semi di cumino appartengono alla stessa famiglia del prezzemolo, ed hanno un effetto simile sul ciclo mestruale. Anche una miscela di semi di carambola e sagù aiuterà a indurre i periodi, oltre ad alleviare i crampi mestruali. In pratica, fate bollire 1 cucchiaino di semi di carambola con 1 cucchiaino di zucchero grezzo in 1 bicchiere di acqua e consumateli a stomaco vuoto al mattino.

La papaia è il più efficace rimedio casalingo a disposizione per indurre i periodi. Essa stimola le contrazioni in utero. Il carotene presente nella papaia stimola l’ormone estrogeno inducendo in tal modo il primo periodo. La papaia può essere consumata cruda o sotto forma di succo di papaia due volte al giorno. Prendete una tazza di succo di papaia (circa 200 ml) – o una ciotola di papaia fresca matura – intorno alla metà del proprio ciclo per avere il massimo effetto.

Il tè allo zenzero è uno dei più potenti induttori del ciclo, ma a differenza del prezzemolo può avere alcuni effetti collaterali, come l’acidità. Per periodi estremamente in ritardo, si raccomanda una combinazione di tè, prezzemolo e zenzero. Lo zenzero è indicato per aumentare il calore attorno all’utero, promuovendo così la contrazione. Può venire consumato sotto forma di tè o di succo di zenzero fresco con un po’ di miele e acqua la mattina a stomaco vuoto, per qualche giorno.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *