Recupero dati hard disk fai da te

Ogni recupero di dati dall’hard disk, o disco rigido, è unico, per cui si può trattare l’argomento in generale ma poi occorre adattare le azioni al proprio caso specifico, o rivolgersi a un esperto. Lo specialista di recupero dati lavorerà con voi per determinare la migliore linea d’azione per il recupero dei dati.

A volte un hard disk si rompe per un guasto meccanico. Questo potrebbe essere dovuto ad un crash della testina e/o ad un guasto del motore. I guasti meccanici richiedono un ambiente tipo camera pulita al fine di aprire il disco rigido senza causare ulteriori perdite di dati. Quindi, in tali casi non ricorrete al fai-da-te ma contattate direttamente un professionista di recupero dati.

Se il disco rigido funziona, ma non è possibile accedere ad alcuni od a tutti i file, allora si è verificato un errore logico. Questo potrebbe essere dovuto a una partizione persa o ad una riformattazione accidentale del disco. In situazioni simili, provate ad usare un software di recupero dati fai da te prima di ricorrere a un servizio di recupero dati a pagamento presso ditte esperte.

In effetti, se l’unità viene ancora rilevata dal BIOS, si può essere in grado di utilizzare degli strumenti software per recuperare i dati. A dire il vero, la prima cosa da fare è capire se si tratta davvero di un guasto del disco rigido, e non di uno dei vari altri problemi che possono causare un errore di avvio. Perciò, se si ha accesso a un altro personal computer, rimuovete il disco rigido guasto dal PC malato, e collegatelo come disco secondario al computer alternativo.

Il modo più semplice per farlo è attraverso un adattatore universale USB che costa circa 30 euro. A questo punto, è possibile che il disco rigido guasto venga visualizzato sul computer sano e riveli i suoi file; in tal caso, il disco rigido è probabilmente a posto, ma il sistema operativo deve essere reinstallato (non dimenticate di salvare i dati prima di farlo). Se i file non vengono visualizzati sul computer secondario, allora siete in uno di quei momenti cruciali e penosi della vita.

Infatti, a seconda di come e quanto l’unità è danneggiata, un tentativo di salvare i dati può costare parecchio: ad es. da 500 a 2500 euro per tentare di recuperare i dati da disastri o logici o meccanici dell’hard disk. Inoltre, il processo può richiedere giorni, e non vi è alcuna garanzia che il denaro e il tempo investiti produrranno un risultato positivo. Tuttavia, molto spesso i dati sulle unità guaste sono recuperabili da parte di un professionista.

Infatti, in caso di un guasto logico, i componenti del drive sono fisicamente integri, ma a causa di una formattazione accidentale o un file di sistema corrotto, l’unità non è in grado di trovare i propri dati. Tuttavia, a meno che un file non sia stato sovrascritto, i dati esistono ancora sul disco rigido. A questo scopo, esistono degli strumenti diagnostici demo gratuiti per controllare ciò che potrebbe essere recuperabile con un certo software o affidandosi a un esperto.

La maggior parte di questi prodotti funzionano in modo simile. Installate il software, selezionate l’unità difettosa come origine e scegliete una cartella di destinazione per ricevere i dati. Assicuratevi che l’unità di recupero abbia abbastanza spazio per il contenuto del disco guasto. Quindi preparatevi ad aspettare molto tempo. Per una scansione e il recupero di un disco da 120 GB pieno ci possono volere quattro giorni, e un disco più grande potrebbe richiedere più tempo.

Alla fine potreste avere i file di nuovo, ma i risultati potrebbero essere disordinati. Nessun programma di recupero dati vi restituirà i file esattamente nella condizione in cui erano organizzati in origine. Questi programmi sono progettati per fare essenzialmente un dump dei dati dal disco con il problema a una nuova unità. I file saranno organizzati in base al tipo: le immagini JPEG saranno in una cartella, i documenti di Word in qualche altra cartella, i filmati MPEG in un’altra, e così via.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *